SEPARÉ: COME CREARE NUOVI SPAZI

 

Abbiamo trovato la casa dei nostri sogni ma nonostante ciò sentiamo l’esigenza di dover separare due ambienti che convivono in un unico spazio. Costruirvi in mezzo un muro nel tentativo di risolvere non è la soluzione ideale e nemmeno la più funzionale. Se volete dividere la zona ingresso dal soggiorno, creare un separé nel vostro bagno o creare una piccola zona di privacy e relax, esistono valide alternative attraverso diverse strutture e materiali. Andiamo a vedere come.

LIBRERIE
Per dividere la zona giorno dalla zona cucina una buona idea è sicuramente l’utilizzo di una libreria aperta bifacciale. Questo tipo di mobile è attrezzato su entrambi i suoi lati e vi permetterà di poter dividere i vostri libri di cucina da quelli di letteratura. Questo divisorio offre diverse potenzialità: l’ambiente mantiene una certa continuità visiva e non compromette la luminosità delle due stanze, lasciando filtrare la luce dalla struttura stessa. Una soluzione di design estremamente funzionale che delimita due zone in maniera efficiente.

TENDE
Un’altra soluzione semplice e poco dispendiosa è utilizzare delle tende tra le due zone da separare. Scegliendo tra i vari tessuti e colori potrete creare l’atmosfera che più vi aggrada, per esempio utilizzando un tessuto velato o semi trasparente la divisione risulta delicata, andando a sfumare l’ambiente retrostante e creando un clima ricco di fascino. A differenza dei tessuti leggeri utilizzare una tenda spessa e corposa porta a dividere in maniera netta gli spazi dando un carattere deciso all’intero ambiente.

PANNELLI SCORREVOLI O GIREVOLI
Una parete scorrevole o a filo muro permette di aprire o chiudere un ambiente a seconda delle vostre preferenze, ideale per separare la zona ingresso dal soggiorno. L’utilizzo invece di un pannello girevole rappresenta una scelta moderna che riduce al minimo i volumi utilizzati, andando a recuperare centimetri preziosi.

SEPARÉ SOSPESI
Questa soluzione di design, creativa e particolare crea un effetto vedo-non vedo estremamente interessante. Originali e scenografici, questo tipo di divisori vengono fissati al soffitto, scendono verticalmente e si possono trovare di diversi materiali e forme. Di plastica, carta o bambù, permettono di dividere due stanze in maniera insolita lasciando comunque una connessione tra i diversi ambienti. Soluzione ottimale per dividere la zona cucina dalla zona soggiorno, assicura il passaggio di luce. A seconda dei pannelli scelti, possono essere montati e smontati all’occorrenza con facilità.

ARMADI
Nella camera da letto, se disponete di spazio sufficiente, potete utilizzare il vostro armadio in maniera diversa, posizionandolo in modo da creare una piccola nicchia che potrete poi utilizzare come spogliatoio arredandola con specchi, pouf o poltrone.

APRIRE UN MURO
Qualora il muro fosse già presente e si sentisse l’esigenza di far respirare maggiormente due ambienti donandogli nuova luce, il consiglio è quello di aprirlo da entrambi i lati, lasciando solamente una fascia centrale che potremmo poi arredare inserendo delle mensole o appoggiandovi una poltrona. In questo modo entrambe le stanze risulteranno più lumonose e arieggiate, mantenendo comunque una certa divisione tra loro. Questa soluzione è adatta, ad esempio, per creare una zona studio collegata alla zona salotto dove concedersi piccole pause di relax.